Pubblicata la ISO 45001:2018

Il 12 marzo 2018 è stato pubblicata la norma ISO 45001:2018, nuovo standard sulla Salute e Sicurezza sul Lavoro, che sostituirà il precedente standard (BS OHSAS 18001:2007) in materia di sicurezza e salute sui luoghi di lavoro.

A seguito della pubblicazione, ha inizio il periodo di 3 anni durante il quale effettuare la “migrazione”, per tutte le imprese già certificate OHSAS 18001, oppure per acquisire la nuova certificazione secondo le direttive e i requisiti della ISO 45001:2018.

Il Sistema di Gestione per la Sicurezza (HSMS) può essere inteso come l’approccio sistematico adottato per governare gli obiettivi di un’organizzazione, la sua politica, la sua struttura, la pianificazione ed i monitoraggi relativi agli standard operativi per la sicurezza.

La norma ISO 45001:2018 è il primo standard internazionale che specifica i requisiti per l’implementazione di un Sistema di Gestione per la Salute e la Sicurezza sui luoghi di lavoro, che specifica le linee guida per il suo utilizzo col fine ultimo di consentire ad un’organizzazione di migliorare proattivamente le sue prestazioni in termini di prevenzione degli infortuni.

Lo standard ISO 45001 è destinato ad essere applicabile a qualsiasi organizzazione indipendentemente dalle sue dimensioni, tipo e natura e tutti i suoi requisiti devono essere integrati nei processi di gestione dell’organizzazione. Oltre al suo fine primario, la norma consente ad un’organizzazione di impegnarsi su altri aspetti della salute e della sicurezza, come il benessere dei lavoratori.

Lo standard segue pertanto l’approccio dell’HLS (High Level Structure), già adottato da altre norme di Sistema ISO, come ISO 9001 (Qualità) e ISO 14001 (Ambiente). Inoltre, nello sviluppo dello

standard, è stato preso in considerazione il contenuto degli altri standard internazionali (come la OHSAS 18001 o le “ILO-OSH Guidelines” redatte dall’Organizzazione Internazionale del Lavoro), varie norme nazionali, norme e convenzioni attualmente in vigore.

Le organizzazioni che hanno già conseguito la certificazione del proprio Sistema di gestione per la Sicurezza in conformità alla OHSAS 18001:20017 che vorranno migrare alla ISO 45001:2018 saranno tenute a condurre un audit integrativo (preferibilmente in corrispondenza di un audit programmato di sorveglianza/rinnovo) della durata minima di 1,0gg/uomo. Il tempo addizionale per la valutazione è stato previsto per evitare la mancata valutazione dei nuovi requisiti, sulla falsariga di ciò che è avvenuto per gli schemi Qualità e Ambiente.

I certificati di conformità alla OHSAS 18001:2007 cesseranno di avere validità il 12 marzo 2021, quando la norma sottostante assumerà lo status di norma ritirata.

Con l’obiettivo di uniformare (o più correttamente, armonizzare) il processo certificativo degli Organismi di Certificazione ed una ordinata transizione rispetto alla BS OHSAS 18001:2007 in sede IAF sono stati recentemente approvati due documenti mandatori per i CAB:

– IAF MD 21:2018 Requirements for the Migration to ISO 45001:2018 from OHSAS 18001:2007 (Issue 1, issued on 18 January 2018; application from March 2018).

– IAF MD 22:2018 Application of ISO/IEC 17021-1 for the Certification of Occupational Health and Safety Management Systems (OH&SMS), obbligatorio dal 25 gennaio scorso per gli organismi di certificazione dei sistemi di gestione per la salute e sicurezza sul lavoro (SCR) che vengono accreditati in conformità alla norma ISO/IEC 17021-1:2015.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *