I Sistemi di Gestione per la Sicurezza e la ISO 45001:2016

Proseguono in seno al Comitato ISO/PC 283 (Occupational health and safety management systems) i lavori per la pubblicazione della nuova ISO 45001.

Partecipano al progetto ben 59 paesi che si avvalgono del prezioso supporto dell’ILO (organizzazione internazionale del Lavoro) massima istituzione internazionale in materia.

Il mandato del Comitato, è quello di sviluppare un nuovo standard certificabile (Requirements with guidance for use) in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.

Il superamento della BS OHSAS 18001 creerà finalmente il contesto per definire delle regole comuni di certificazione e accreditamento superando i problemi generati dal fatto che la norma inglese non fosse riconosciuta a livello EN ed ISO

I lavori del Comitato ISO/PC 283, avviati a Londra il 21 ottobre 2013, dovrebbero concludersi ad ottobre 2016 quando è prevista la pubblicazione della norma.

Il nuovo standard 45001 sarà ovviamente allineato alla norma ISO 9001 ed alla ISO 14001 che sono attualmente entrambe in corso di revisione e per le quali la pubblicazione è prevista nel terzo trimestre del 2015

L’adozione in ambito ISO di un Sistema di gestione per la salute e sicurezza sui luoghi di lavoro dovrebbe ulteriormente incentivare l’approccio sistemico alle tematiche della sicurezza.

I dati (benché riferiti al 2012) desumibili dall’Osservatorio Accredia evidenziano come le organizzazioni che hanno adottato un approccio sistemico conforme alla BS OHSAS 18001 abbiano ottenuto dei risultati in termini di mortalità, incidentalità e morbilità sensibilmente inferiori alla media delle aziende paragonabili per classe merceologica e dimensioni. Ci si augura pertanto che la riconosciuta efficacia dell’approccio sistemico per la gestione degli aspetti di salute e sicurezza, possa consentire un miglioramento progressivo delle condizioni di lavoro e dei diversi indicatori che ne sintetizzano l’andamento (primi fra tutti, gli indici di frequenza e di gravità degli infortuni).

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>