Iter di Certificazione

L’obiettivo principale della certificazione [par. 4.1.2 UNI CEI EN/ISO IEC 17021-1:2015] è di infondere fiducia, a tutte le parti coinvolte, che un sistema di gestione soddisfi i requisiti specificati. Il valore della certificazione è il grado di fiducia e credibilità, pubblicamente riconosciuto, che deriva da una valutazione imparziale e competente, effettuata da una terza parte.

Al fine di assicurare alla collettività ed al mercato la conformità ai requisiti descritti nelle Norme prese a riferimento (UNI EN ISO 9001, UNI EN ISO 14001, etc …), le organizzazioni interessate richiedono l’intervento di terze parti dette Organismi di Certificazione, estranei ai rapporti che intercorrono tra le organizzazioni stesse ed i clienti/utenti finali.

Il compito degli Organismi di Certificazione, operanti in conformità alla Norma UNI CEI EN/ISO IEC 17021-1:2015, tra cui CERTITALIA, è quello di avviare un processo cognitivo al fine di valutare la conformità del modello organizzativo implementato allo Schema preso a riferimento. Tale processo può essere altrimenti denominato iter di certificazione, che è articolato nelle seguenti fasi fondamentali:

    • Audit preliminare (eventuale e su richiesta del cliente);
    • Audit di Stage 1;

L’Audit di Stage 1 comprende l’esame dei documenti del Sistema di Gestione dell’Organizzazione, la valutazione della sua struttura, la valutazione dei processi principali e di supporto, la valutazione del Riesame di Direzione svolto e degli audit interni effettuati. Al termine dello Stage 1 il valutatore redigerà uno specifico rapporto di audit.

    • Audit di Stage 2 per la certificazione del sistema di gestione;

L’Audit di Stage 2 comprende l’esame della conformità a tutti i requisiti della norma, il monitoraggio delle prestazioni, misurazioni, registrazioni e riesami degli obiettivi chiave e dei traguardi coerenti con le aspettative di cui alla norma o di altri documenti normativi applicabili al Sistema di Gestione.

    • Esame dei risultati da parte dell’Organo Proponente (Responsabile di Pratica);
    • Esame dei risultati da parte dell’Organo Deliberante (Commissione Tecnica);
    • Ratifica ed emissione del certificato (Rappresentante Legale);
    • Riesame periodico sulle certificazioni concesse;

In tutto questo particolare risalto ha la figura del valutatore, che accompagnerà l’azienda in questo iter.